Italian English French German Slovenian Spanish

Tesseramento 2017 - F.M.I.

Moto Club Spinea
Via Bennati, 13 - 30038 Spinea (Venezia)
Tel. +39 041.990878 Fax: +39 041.5411447
Cell. +39 338.6271106 E-mail: mcspinea@alice.it

Alcuni scatti del 39° "Dolomiti Moto International"

Presentazione Prova Finale Campionato Motoraid 2017

4° Valeri Tour 28 Maggio 2017 - Cornuda / Monte Verena

Motoincontro Mostra Scambio - Badoere (TV) - 25 Aprile 2017

Motobenedizione a Borbiago (VE) - 9 Aprile 2017 - Ingresso all'oasi Valle Averto

Alcuni scatti del 14° Memorial Libero Borsari - Circuito delle Industrie - Marghera (VE)

Attività del Moto Club Spinea Articolo tratto dalla rivista In Moto del mese di Maggio 2017

Eventi dei prossimi mesi

Marco Polo Team

Calendari F.M.I. Turismo 2017

Mercatino di Club

No images

Corsi Guida Sicura

No images
Dai il tuo contributo, partecipa cliccando qui
Se sei un motociclista e vuoi aderire al monitoraggio elaborato dall'Università "La Sapienza" di Roma per conto del Ministero dei Trasporti a cui ha aderito anche la FMI sull'incidentalità motociclistica in Italia.
Partecipa al monitoraggio...

Ultime Immagini

Ultime Pubblicate

Come Eravamo

 

Logo-Spinea-FMI-Sicurstrada


(livello 1)
Nati con il Protocollo d’Intesa siglato nel 2009 da FMI, ACI, BMW e Dorado Centro Internazionale Guida Sicura con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, i corsi di guida sicura avanzata sono finalizzati al miglioramento della sicurezza stradale, tramite l’istruzione di persone che già hanno la patente e che sentono il desiderio di implementare le proprie conoscenze, consapevolezze ed abilità di guida.
Il nostro Governo ha deciso di puntare, insomma, sulla formazione dei conducenti di due ruote, per ridurre la mortalità sulle strade. E lo ha fatto rivolgendosi ad esperti, ovvero ad enti come il nostro che si occupano quotidianamente di educazione e sicurezza stradale.
La FMI ha dato dunque avvio alla sperimentazione di questi corsi su due ruote a motore che seguono un programma descritto da linee guida ufficiali sottoscritte da tutti i firmatari del Protocollo.
E’ importante sottolineare che si tratta di iniziative volte ad implementare la “guida difensiva” e, nel caso dei motociclisti soprattutto, ad acquisire consapevolezza della vulnerabilità estrema dei conducenti. Nulla a che vedere dunque con l’esaltazione di atteggiamenti che evidenziano l’abilità dei conducenti, ma che non parlano il linguaggio della sicurezza.
Questo corso è strutturato specificatamente per operatori postali motociclisti, cioè tiene in considerazione la duplice veste dell’operatore postale che viene esposto al rischio del mezzo a due ruote nella sua concezione classica di utente debole ed a quello specifico del motociclista-operatore-postale che è chiamato alla conduzione del mezzo in manovre e condizioni specifiche, con le conseguenti implicazioni psicologiche e specifiche tecniche-di-guida.
Gli istruttori della Federmoto forti della “esperienza motociclistica” e delle peculiari “conoscenze tecniche-motociclistiche” in tema di guida sicura/difensiva e di sicurezza stradale, unitamente al contributo di una professionista psicologa/psicoterapeuta specializzata nella psicologia del rischio, hanno elaborato questo CGSA Corso di Guida Sicura Avanzata per motocicli al fine di avviare l’operatore postale alla conoscenza, consapevolezza e coscienza della guida difensiva ponendosi i seguenti obiettivi base:
miglioramento delle conoscenze teoriche dei conducenti, con particolarità riferimento all’incidentalità stradale, alle principali cause di incidente nel contesto urbano;
incremento della percezione corretta dei rischi e dei rischi connessi alla professione di operatore postale;
miglioramento delle capacità di controllo del veicolo, anche attraverso l’incremento della percezione/valutazione di eventuali situazioni, per prevenirle e controllarle in modo concreto e le azioni atte ad evitarli (principi di guida difensiva);
migliorare le condotte e le capacità dell’utente in relazione al proprio atteggiamento mentale, alla capacità di previsione dei comportamenti degli altri utenti della stradacomprensione dei rischi che si corrono, al comportamento dinamico dei veicoli stradali, sia a velocità sostenute, sia a velocità considerate (spesso erroneamente) modeste.
Gli strumenti attraverso i quali i CGSA permettono di conseguire detti obiettivi sono:
- Consentire all’allievo di esercitarsi in piena sicurezza e con riscontri oggettivi nell’effettuare manovre che nella realtà compie solo di rado (una frenata di emergenza, lo scarto di un ostacolo, il controllo di una sbandata, ecc.). In queste situazioni, infatti, è necessario imparare a gestire la reazione istintiva per evitare manovre scorrette.
- Aiutare gli allievi a comprendere il reale comportamento del veicolo imparando a riconoscere e rispettare i limiti imposti dalle leggi della fisica.
- Porre l’allievo in condizione di valutare la propria capacità tecnica nonché la propria capacità contingente (es. possibili stati di alterazione dello stato di attenzione o delle condizioni psico-fisiche), quindi individuare il proprio limite soggettivo, nell’affrontare situazioni pericolose improvvise.
- Formazione specifica per favorire l’acquisizione della conoscenza del corretto
funzionamento dei più diffusi sistemi di sicurezza di cui sono dotati i veicoli.
- Durata dei corsi di guida sicura avanzata
- Durata minima: 1 giorno
- Ore minimo di teoria: 2.
- Ore minimo di esercitazioni pratiche: 5.
La parte pratica prevede l’applicazione dei concetti svolti nella lezioni teoriche.
- Modalità didattiche ed organizzazione generale
Suddivisione dei partecipanti in gruppi omogenei che effettuano le esercitazioni pratiche a rotazione al fine di ottimizzare i tempi di attesa e di dare anche la possibilità agli istruttori di visionare “dall’esterno” gli esercizi, commentandoli assieme ai partecipanti che in quel momento non risultano impegnati nella fase pratica.
- Parte teorica
· Rapporto max indicativo istruttori-docenti / allievi = 1/20.
- Esercitazioni pratiche
· Rapporto max istruttori-docenti / allievi = 1/5.
- Veicoli utilizzati per le esercitazioni pratiche:
Veicoli di serie regolarmente omologati ed in regola con le norme del Codice Stradale.
Preferibilmente veicoli in uso normalmente agli operatori postali.
· Rapporto max istruttori-docenti / veicoli = 1/2.
· Rapporto max veicoli dedicati / allievi = 1/5.
L’attività didattica teorica degli istruttori-docenti preposti viene erogata durante fasi di aula comune e la successiva analisi dettagliata delle tecniche corrette di guida sicura.
· Essa viene erogata nelle seguenti modalità:
a) docente in moto nelle fasi di guida difensiva-positiva o a terra dotato di idonei mezzi di comunicazione con gli allievi;
b) docente a terra in collegamento radio oppure in auto nelle fasi di guida difensivanegativa
· Obiettivi didattici:
a) I corsisti, al temine dei programmi, dovranno essere in grado di comprendere i propri
limiti, compresi quelli fisiologici legati al metabolismo del soggetto (stanchezza sonnolenza, malattie non invalidanti, uso di farmaci o di sostanze d’abuso, ecc.)
b) apprendere la corretta tecnica di guida che permetta di guidare con elevati standard di qualità, consapevolezza e sicurezza per evitare i rischi derivanti dalla circolazione stradale anche in condizioni particolarmente critiche.
c) capire i limiti propri e del veicolo in caso di specifiche situazioni stradali di rischio, traendone un corretto senso di attenzione al pericolo.
d) imparare le tecniche di controllo del veicolo che permettano al conducente di controllare il veicolo in condizioni stradali di difficoltà.
· Ogni esercitazione dinamica viene realizzata attraverso:
a) fase illustrativa preliminare con spiegazione di obiettivi dell’esercitazione, riferimenti concreti a situazioni stradali con evidenziazione dei possibili rischi e tecniche di esecuzione
b) fase dimostrativa iniziale con docente-istruttore alla guida ed allievi a bordo o a terra a seconda della tipologia di esercitazione
c) fase esecutiva seguente con allievo alla guida:
- fase iniziale in cui si provoca volutamente un errore di guida per percepirne concretamente gli effetti e le sensazioni
- l’esercitazione viene poi ripetuta dall’allievo nelle varie modalità previste, ad incremento di tasso tecnico di difficoltà; gli step successivi vengono effettuati una volta raggiunto un livello di esecuzione sufficiente e non casuale.
- Date di effettuazione, orari e sede del corso:
La nostra organizzazione, flessibile e sensibile alle necessità del richiedente
nell’individuazione delle date e orari. I corsi vengono effettuati all’interno di spazi chiusi al traffico con caratteristiche di sicurezza (assenza di ostacoli fissi), nella città di Padova è individuato il parcheggio nord dello stadio Euganeo.
Chi siamo:
L’articolo 3 dello Statuto della Federazione Motociclistica prevede tra i compiti istituzionali quello della tutela dell’utenza motociclistica stradale.
Educare i giovani all’uso corretto del mezzo a due ruote a motore è una azione importantissima per contribuire allo sviluppo della cultura della convivenza civile.
La collaborazione con le Istituzioni ha portato alla sottoscrizione di un primo Protocollo d’Intesa con il Ministero della Pubblica Istruzione e, successivamente nel 2001, all’autorizzazione da parte dello stesso ad attuare i corsi teorici sperimentali di Educazione stradale negli Istituti scolastici.
La comprovata esperienza della FMI nel campo della Sicurezza stradale (riconosciuta ufficialmente dallo stesso Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) ha permesso di continuare efficacemente la propria attività soprattutto dopo l’entrata in vigore del patentino per i minorenni.
Grazie al Protocollo d’Intesa siglato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca, nel dicembre 2004 e rinnovato nel 2009, la FMI è uno degli enti preposti allo svolgimento dei corsi teorici di educazione stradale nella scuola, finalizzati al conseguimento del certificato di idoneità alla guida del ciclomotore.

Inoltre la FMI svolge giornate di guida sicura sul ciclomotore, fondamentale complemento delle nozioni teoriche, e corsi per divenire Formatori, ovvero personale qualificato a svolgere i corsi negli Istituti scolastici. Il programma dei corsi è stato definito d’intesa con il Ministero dell’Istruzione e permette alla FMI di accogliere tra i corsisti anche personale docente della scuola, grazie all’Accreditamento alla formazione del personale scolastico in materia di educazione stradale, fornito dal MIUR alla FMI nel 2005.
Altro importante riferimento istituzionale del Dipartimento è il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con il quale la FMI ha sottoscritto il primo Protocollo d’Intesa nel 2008, rinnovato nel 2010 e nel 2012. Dalla collaborazione con questo ministero è scaturita la sperimentazione delle prove pratiche di guida del ciclomotore prima dell’introduzione di queste ultime nelle prove di esame per il conseguimento del patentino.
Nel 2009 un ulteriore Protocollo d’Intesa con i Trasporti ha dato avvio alla sperimentazione dei corsi di guida sicura avanzata (CGSA), oggi in via di sperimentazione, dedicati a persone già in possesso di patente.
Nel 2011 inoltre i formatori di educazione stradale hanno avuto mandato da parte della Motorizzazione Civile di organizzare una serie di incontri di aggiornamento dei funzionari di tutte le motorizzazioni, per una implementazione della cultura motociclistica utile al momento dell’esame per il rilascio delle patenti di guida.
Nel corso di 72 incontri, sono stati aggiornati 2218 funzionari.
Nel 2013 la Federazione Motociclistica Italiana e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca hanno promosso il progetto “Piccole Ruote Crescono”, rivolto ai bambini delle terze e quarte classi della scuola primaria ponendosi come obiettivo quello di sensibilizzare i più giovani alle norme che regolano l'ambiente stradale, secondo i principi della convivenza civile.
- Relatori: su richiesta si invia elenco docenti
Costi:
* per maggiori info sui costi dei corsi contattare la nostra organizzazione via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e richiedi l'offerta valida unicamente alle richieste pervenute entro il 20 giugno 2014.

 

 

Condividi

Ambienti consigliati nei vostri giri in moto

  • Ambienti consigliati nei vostri giri in moto sulle Dolomiti
07 Marzo 2016
B & B Tessy House Via Matteotti 88 30038 Spinea (VE) - ItalyMob.- WhatsApp: +39 328 6026255 Tel. +39 ...
06 Marzo 2016
Bed and Breakfast Casa del Miele - Honey House 30173 Venezia -Cà Noghera (VE) via Paliaghetta ...
29 Dicembre 2014
Piazza Dante 38033 Cavalese (TN) Tel. +39 0462 340235  Fax. +39 0462 231120  E-mail: ...
29 Dicembre 2014
Via Venezia 28 38054 Transacqua di Primiero (TN) Tel. +39 0439 763171  Fax 0439 ...
29 Dicembre 2014
Via Risorgimento, 4 Transacqua 38054 Fiera di Primiero (TN) Tel.: +39.0439.762276 Fax: ...
29 Dicembre 2014
loc. Val Canali, 2 38054 Tonadico (TN) Tel: +39 0439 762223  Fax: +39 0439 762223 E-mail: ...
29 Dicembre 2014
Via G. Tempesta, 124 30033 Noale (VE)  Tel.: +39 041.4433299 Fax +39 041.442104 E-mail: ...
29 Dicembre 2014
Viale Vittorio Veneto, 76 32034 Pedavena (BL) Tel: +39 0439 304402 E-Mail: Questo indirizzo email è ...

Risorse

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor.

Come Eravamo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor.

Gruppo Fuoristrada

Condividi con WhatsApp